Consenti l'utilizzo di cookies da parte del sito per continuare la navigazione. Leggi le regole di policy
phsystem

Elementi ad "alta precisione"
Un sistema produttivo originale e innovativo

Il serramento di produzione artigianale possiede delle proprietà che lo rendono generalmente più performante rispetto ai normali prodotti industriali: il problema è riuscire a trasporre questa qualità in un processo produttivo industrializzato e automatico.
In genere le migliori prestazioni sono determinate sia da un insieme di piccoli dettagli sia da particolari costruttivi importantissimi come la giunzione a tenone di telai e ante. I primi vengono generalmente trascurati perchè considerati irrilevanti, gli altri invece ammettono difficile soluzione con sistemi automatici di lavorazione, implicano altre problematiche o sono proprio irrealizzabili nel caso di profili in alluminio o PVC.

Il tenone incollato, specialmente se realizzato con l’estrema precisione di un sistema automatico di lavorazione, consente una inarrivabile resistenza meccanica e garantisce la perfetta tenuta ad aria ed acqua impedendo qualsiasi tipo di infiltrazione e quindi garantendo prestazioni superiori del prodotto finito.
Realizzare i telai con giunzione a tenone in un processo industriale significa essere in grado di operare ad altissimi livelli di precisione a cui, non tutti, sono disposti ad arrivare. Ante e casse dei serramenti, dopo essere stati uniti, vengono lavorati su un banco con macchine a controllo numerico che effettuano la perfetta squadratura degli elementi e l’inserimento dei punti di chiusura con precisione assoluta.

Grazie alla stabilità del profilo lamellare e con lavorazioni di questo tipo si ottiene la chiusura perfetta: le guarnizioni lavorano in modo ideale e quindi ci sarà la massima tenuta senza dover ricorrere a successive registrazioni dell’elemento.


L'importanza dell'automazione

Zanier è stato pioniere nell’introduzione di tecnologie informatiche per il controllo e la gestione del processo produttivo dei serramenti: i primi computer li ha utilizzati già alla fine degli anni Settanta (sistema IBM-360) per organizzare le liste di produzione, le distinte base e gli ordini clienti.
Nei decenni successivi l’azienda è rimasta all’avanguardia continuando ad introdurre innovazioni tecnologiche e aggiornando gli impianti. Si sono aggiunte numerose macchine a controllo numerico per svolgere tutte le fasi produttive secondo l’idea di “lavorazioni ad alta precisione” sempre perseguita da Bruno Zanier.

Oggi l’azienda dispone di un complesso ed efficiente sistema per la produzione di elementi di precisione e che consente un costante controllo attraverso procedure e strumenti informatici per ogni minimo aspetto del processo produttivo, a partire dalla materia prima al test sul prodotto finito.

I segreti sono nei dettagli

L’unicità e la perfezione di un serramento semplice ma con prestazioni eccezionali è determinata da un insieme di piccoli dettagli e accorgimenti, ecco alcuni esempi:
Il sistema di chiusura avviene attraverso il preciso incasso di singoli punti di chiusura sui profili in legno, come nei migliori serramenti di tipo artigianale e diversamente dal sistema con serratura a nastro utilizzato industrialmente, che obbliga a scavi continui che indiboliscono il profilo e gli fanno perdere prestazione.

Grazie alla perfetta sagomatura dei telai con macchine automatiche e la stabilità dei profili, la funzione delle guarnizioni viene ottimizzata; ciò garantisce una perfetta tenuta all’aria e all’acqua senza bisogno di aggiungere guarnizioni per correggere perdite e difetti costruttivi. Queste inoltre, vengono sagomate su misura con giunto termosaldato: quindi non presentano interruzioni o tagli e non ammettono punti di discontinuità.